Post

Post in evidenza

IL MICRO NAZIONALISMO FRIULANO IN CHIAVE ANTIVENETA

Immagine
DIVIDE ET IMPERA

Non è un caso se specie tra gli autonomisti "furlani" si è sviluppato il morbo del culto di Napoleone, il quale li avrebbe sollevati dal "terribile giogo" veneziano rappresentato dal bonario Leone marciano, amato in realtà dalla popolazione che lo vedeva come baluardo anche contro l'arbitrio e le prepotenze dei feudatari locali. Infatti fu Venezia che, non potendo abolire il sistema feudale per motivi di opportunità politica, impose una rappresentanza del "terzo stato" al parlamento locale di Udine. E così anche i contadini ebbero per la prima volta voce in capitolo sul  governo locale. Questo articolo spiega l'origine recente di questo travisamento storico di radice marxista.
Di Marco d'Aviano.
Una riflessione in questa occasione merita la vicenda del micro-nazionalismo friulano.
Per capirne il senso, bisogna risalire al progetto di dissoluzione della grande esperienza cristiana e politica vissuta nella Veneta Serenissima Repubbl…

NAPOLEONE: LA STAZIONE? IN PIAZZA SAN MARCO, CON LA BIGLIETTERIA IN BASILICA. .

Immagine
L'essenza della Rivoluzione francese fu l'idea che il Mondo Nuovo, il progresso rappresentato dai rivoluzionari, doveva e poteva sorgere solo distruggendo la società tradizionale che si era retta fino ad allora con salde radici nel passato. Questa spinta che ancora oggi permea la società contemporanea, fu cavalcata da Napoleone, che con la sua armata, rivoltò da capo a fondo ogni Nazione che ebbe la sventura di esser occupata.
La Serenissima  fu quella che pagò il prezzo più salato, una delle Nazioni forse più odiate da lui, dato che pur essendo repubblica, era basata sulla Tradizione e i principi religiosi che Lui e i francesi che detenevano il potere, detestavano e combattevano.


Per cui non è da stupirsi più di tanto se arrivato a fondare prima una repubblica cisalpina poi un Regno d'Italia fantoccio, progettò e pianificò la distruzione del cuore di Venezia, piazza San Marco, destinata ad accogliere una stazione ferroviaria con la Basilia trasformata in biglietteria.
Or…

EL BACANAL DEL GNOCO il carnevale di Verona, le origini.

Immagine
Il termine Carnevale, che deriva probabilmente dal latino carnem levare ovvero “togliere la carne”, indica il banchetto che si teneva il martedì grasso, ovvero l’ultimo giorno di Carnevale, e contemporaneamente l’inizio del periodo di quaresima, tempo di digiuno e purificazione per i credenti in attesa della Pasqua. Secondo il calendario liturgico, questo periodo di festa inizia il giorno dell’Epifania e termina il mercoledì delle Ceneri; per il rito ambrosiano, dal momento che la quaresima inizia più tardi, la festa dura fino al sabato che precede la prima domenica di quaresima (questo periodo è chiamato “Carnevalone”).

CARNEVALE FESTA DIVINA
.. ..
Anticamente febbraio (dal latino februare che significa “purificare”) era il mese dei riti di purificazione, tenuti in onore del dio etrusco Februus e della dea romana Febris; di commemorazione dei defunti, poiché segnava il passaggio dall’inverno alla primavera e permetteva un contatto con l’aldilà; dei riti di fecondazione, come nelle anti…

RENGA O SCOPETO'N? I PESSI (i pesci) DEA QUARESIMA VENETA

Immagine
La Quaresima porta in tavola le sue tipicità tradizionali. In Veneto questo è il periodo dell’aringa, o meglio della “renga”, e dello “scopetòn“, pesci poveri ma molto nutrienti che non mancavano mai nemmeno nelle famiglie più povere, anche per la sua facilità di conservazione, che non richiedeva refrigerazione. Insieme al baccalà, costituivano il cibo che accompagnava frequentemente la polenta sia “calda” che “brustolà“, ed erano i piatti ideali per le giornate di magro della Quaresima. Innanzitutto, bisogna subito chiarire che renga e scopetònnon sono lo stesso pesce, anche se sono spesso scambiati l’uno per l’altro, a causa  anche del trattamento di salatura ed affumicatura che li rende molto simili. La renga è l’aringa, di provenienza atlantica, e lo scopetòn è una grossa e panciuta sardina, sempre di origine atlantica.. ...
“La differenza fra renga e scopeton non è mai stata conosciuta nella nostra terra, ne l’abbiamo trovata precisata in alcun vocabolario dialettale o in altra o…

AQUA GRANDA o alta marea che in sie ore ea cresse

Immagine